top of page
Medico e paziente

Guida alla Certificazione UNI/PDR 125 sulla Parità di Genere

Aggiornamento: 23 apr

Oggigiorno l'attenzione sulla parità di genere è diventata un aspetto centrale per molte organizzazioni. Istituzioni ed enti governativi promuovono la relativa sostenibilità sociale che ne deriva attraverso misure che investono il mondo del lavoro.

A fronte di questa crescente consapevolezza, la Certificazione UNI / PDR: 125 sulla Parità di Genere emerge come uno strumento cruciale per le aziende che desiderano dimostrare il loro impegno verso l'uguaglianza tra i sessi. Il presente articolo esplorerà le caratteristiche generali della certificazione sulla parità di genere, i vantaggi che tale certificazione offre alle aziende, le modalità per ottenerla e l'importanza di possedere certificazioni di questo tipo nel panorama competitivo attuale.


certificazione parità di genere

Caratteristiche generali dell’UNI/PDR 125 sulla parità di genere

Il sistema di gestione per la Parità di Genere viene definito dalla Prassi di riferimento (PDR) 125 voluta e promossa dal Ministero per le Pari Opportunità e pubblicata in data 16 marzo 2022 dall’UNI (Ente Italiano di Normazione).

L’UNI/PDR 125:2022 si articola su diversi Key Performance Indicator (KPI) relativi a sei aree di intervento per ridurre gli squilibri di gender gap nei contesti lavorativi. Su queste aree vanno effettuate delle misurazioni volte a verificare l’idoneità dell’organizzazione per ottenere la certificazione. Le aree di intervento individuate sono:


  • Cultura e Strategia

  • Governance

  • Processi Human Resources

  • Opportunità di crescita e inclusione delle donne in azienda

  • Equità remunerativa per genere

  • Tutela della genitorialità e conciliazione vita-lavoro.

 

Durante la procedura di certificazione ognuna di queste aree ha un peso percentuale che incide sulla verifica di idoneità dell’organizzazione. Il punteggio minimo per accedere alla certificazione è di 60 su 100. Ogni organizzazione deve inoltre presentare dei margini di miglioramento sulle stesse per ottenere un punteggio più alto.


Quali vantaggi garantisce alle organizzazioni


1. Agevolazioni fiscali INPS: come indicato nel sito dell’INPS, “l’articolo 5 della legge 5 novembre 2021, n. 162, prevede un esonero dal versamento dell’1% dei contributi previdenziali, nel limite massimo di 50.000 euro annui, a favore dei datori di lavoro privati in possesso della certificazione della parità di genere”.


2. Premialità nei bandi: in fase di gara, nei bandi, per aggiudicarsi appalti o finanziamenti pubblici, la certificazione sulla parità di genere garantisce un punteggio maggiore. 3. Reputazione e Brand Image: la certificazione UNI/PDR: 125 dimostra un impegno concreto verso la parità di genere. Questo impegno migliora la reputazione e l’immagine complessiva dell’organizzazione agli occhi dei consumatori, dei dipendenti e degli investitori.


4. Attrazione e Retenzione del personale: le organizzazioni certificate sulla parità di genere diventano luoghi di lavoro più attraenti per una vasta gamma di talenti. Questo può aumentare la capacità dell'azienda di attrarre e trattenere dipendenti di alto livello, riducendo così i costi legati alla rotazione del personale.


5. Miglioramento delle performance aziendali: promuovere la diversità di genere nei team può portare a un ambiente di lavoro più creativo e innovativo. La presenza di prospettive diverse può portare a soluzioni più efficaci e adattabili, contribuendo al successo a lungo termine dell'azienda.


6. Riduzione dei rischi legali e reputazionali: le organizzazioni che promuovono la parità di genere sono meno suscettibili a controversie legali legate alla discriminazione e agli abusi sul luogo di lavoro. Ciò protegge l'azienda da costi aggiuntivi e danni alla reputazione associati a tali controversie.

 

parità di genere

Come ottenere la Certificazione sulla Parità di Genere UNI/PDR:125



1. Valutazione preliminare: viene prima svolta una valutazione sull’organizzazione interessata alla certificazione per determinare l’attuale livello di conformità agli standard di Parità di Genere.


2. Pianificazione e implementazione delle misure correttive: basandosi sui risultati della valutazione preliminare, le organizzazioni sviluppano un piano d'azione per migliorare i parametri relativi alle sei aree di intervento precedentemente indicate. Questo quindi può includere politiche di assunzione più inclusive, programmi di formazione sulla sensibilizzazione di genere, l'istituzione di procedure per affrontare le discriminazioni, e altre attività che mirano a rafforzare la Parità di Genere.


3. Monitoraggio e verifica: durante il processo di implementazione delle misure correttive, è essenziale monitorare costantemente i progressi e rivedere regolarmente le politiche e le pratiche aziendali per garantire il raggiungimento di un punteggio adeguato.


4. Certificazione e riconoscimento: Dopo aver dimostrato la conformità agli standard stabiliti, le organizzazioni possono ottenere la Certificazione UNI/PDR: 125 sulla Parità di Genere. Questa certificazione fornisce un riconoscimento ufficiale dell'impegno dell'azienda verso l'uguaglianza di genere e della volontà di voler migliorare l’ambiente lavorativo attraverso politiche più inclusive.

 

Importanza della Certificazione sulla Parità di Genere

La certificazione sulla Parità di Genere non è solo un'espressione di responsabilità sociale d'impresa, ma è diventate un requisito essenziale per le organizzazioni che desiderano prosperare nell'ambiente commerciale odierno.


Essa offre una via chiara per le aziende che desiderano distinguersi come leader nel promuovere l'uguaglianza di genere. Attraverso i suoi vantaggi tangibili e l'importanza crescente nel panorama aziendale moderno, questa certificazione si presenta come un investimento prezioso per il successo a lungo termine delle aziende orientate al futuro.

In un mondo sempre più consapevole delle questioni di genere, le organizzazioni che non promuovono la parità rischiano di essere messe in ombra dalla concorrenza e di perdere il sostegno dei consumatori, dei dipendenti e degli investitori. Anche le Istituzioni politiche si impegnano nel promuovere la parità attraverso misure che prevedono incentivi e agevolazioni fiscali.


Oggigiorno per le organizzazioni è importante mostrare degli sforzi concreti verso politiche più sostenibili sotto il profilo sociale e rispettose dell’equilibrio tra vita privata e lavoro. Questi sforzi non servono soltanto a migliorare l’immagine dell’organizzazione agli occhi di Istituzioni e stakeholders, ma servono soprattutto a migliorare la vita dei propri dipendenti, a costruire un ambiente sano in cui ogni risorsa viene valorizzata e spinta a dare il meglio. La certificazione sulla Parità di Genere non è solo un'espressione di responsabilità sociale d'impresa, ma è diventate un requisito essenziale per le organizzazioni che desiderano prosperare nell'ambiente commerciale odierno.

Comments


bottom of page